La Bellezza
nella Laudato Sì.

La riflessione sull’ambiente è cara a Papa Francesco. Fin dall’inizio del suo Ministero ha invitato ad essere “custodi dei dono di Dio” e ha sempre unito il concetto di custodia del creato a quello di tutela della sua bellezza: “la vocazione del custodire, però, non riguarda solamente noi cristiani, ha una dimensione che precede e che è semplicemente umana, riguarda tutti.”

Leggi tutto …

Gallery

“Io non penso a tutta la miseria, ma a tutta la bellezza che ancora rimane”

Anna Frank

Quando mi chiedono perché racconto solo la bellezza della Campania e non denuncio lo scempio che se ne fa in talune zone, mi vengono in mente le parole della ragazzina ebrea di 13 anni che, di fronte all’orrore perpetrato dall’uomo, scelse di pensare a quanto di bello e di buono c’era ancora nel mondo.

Giuseppe Ottaiano

Il Grand Tour difficilmente si inoltrò all’interno della Campania.

Giuseppe Ottaiano è erede diretto dei viaggiatori stranieri che per tutto il Settecento e gran parte dell’Ottocento percorsero la nostra regione alla ricerca del bello, dell’antico, del pittoresco, lasciandoci straordinarie testimonianze nei loro resoconti e nelle loro corrispondenze appassionate ed entusiaste.

Ma il Grand Tour difficilmente si inoltrò all’interno della Campania, come fa Ottaiano alla scoperta non solo della Bellezza del creato, ma anche di quella lasciata dall’opera dell’uomo in un tempo in cui la sua creatività e il suo ingegno non si sovrapponevano alla grande opera della natura, ma la assecondavano, la valorizzavano, la proteggevano, la difendevano.

Mauro Giancaspro

Attività

Presentazioni, Mostra, Installazioni e Racconti

Campania Bellezza del Creato
Presentazioni

Presentazioni

Campania Bellezza del Creato
Mostra

Mostra

Campania Bellezza del Creato
Installazioni

Installazioni

Campania Bellezza del Creato
Racconti

Racconti

Un invito a passeggiare

Questa pubblicazione è parte integrante di un progetto di promozione e valorizzazione delle risorse storiche, paesaggistiche, naturali e umane della nostra Campania.

Questo libro è un elogio della lentezza, per recuperare uno stretto e intenso rapporto con le nostre terre, l’orgoglio di essere campani e per riappropriarci della qualità della vita.

Sostieni il Progetto ... Acquista la Tua copia